Convegno di Presentazione dei risultati finali del Progetto SPAIC

Il giorno 11 Aprile 2018 si terrà, presso la sede INAIL di Piazzale Pastore, l’evento di presentazione dei risultati finali del Progetto “SPAIC: cause dello Spreco Alimentare ed Interventi Correttivi” realizzato secondo un accordo di collaborazione tra INAIL e Ministero della Salute.

 Il Progetto di Ricerca SPAIC si allinea perfettamente agli obiettivi generali della Legge sugli Sprechi alimentari del 19 agosto 2016, e sceglie il “consumatore” come elemento focale su cui intervenire, al fine di individuare e correggere i comportamenti scorretti che causano lo spreco alimentare, attraverso la promozione di un'adeguata campagna di informazione, formazione e sensibilizzazione che guidi verso stili di vita corretti

La prima parte dell’evento, dopo i saluti istituzionali delle autorità invitate, sarà indirizzata alla presentazione del progetto da parte di tutti gli attori che lo hanno concretamente realizzato in completa sinergia: ricercatori INAIL, CRF, Dirigenti Scolastici, Professori e soprattutto gli studenti coinvolti (IIS Brodolini di Pomezia, IIS Cine-Tv Rossellini, IIS Sant’Orsola).
Sarà illustrato da parte dei Referenti Scientifici di progetto, l’inquadramento Nazionale ed Europeo della tematica dello spreco alimentare, la metodologia lifelong learning utilizzata nel Progetto SPAIC e gli obiettivi importanti che sono stati raggiunti: coinvolgimento attivo e partecipe degli studenti, cooperazione tra loro e tra scuole, interazione diretta tra studenti esperti e docenti per realizzazione di prodotti innovativi, con il fine ultimo di effettuare una campagna informativa presso le altre scuole, medie e elementari, per la tutela delle fragilità (loro stessi e i più piccoli) e sul territorio (realizzazione della terza missione dell’università attraverso la scuola).
Dagli studenti delle tre scuole è’ emersa la necessita di anteporre il tema della Bellezza, dell’Armonia, del Bene Comune a tutte le derive negative che può suscitare il tema dello spreco alimentare.
Quindi il tema della giornata non poteva che essere “la Bellezza”!
Ma chi pensa ad educare i ragazzi alla bellezza?
Nel processo di valutazione e riconsiderazione dei risultati di progetto raggiunti, ci siamo accorti che a seguito dei nostri incontri formativi/informativi con gli studenti, l’ordine di priorità degli argomenti da noi proposti è stato dai ragazzi spostato e indirizzato alla problematica etica e sociale (exchange of knoledge). La domanda principale dei ragazzi è stata: cosa effettivamente si può fare per cambiare il mondo?
Prima cosa parlateci di: BELLEZZA!!!!
Abbiamo utilizzato per motivare i ragazzi presso le scuole un nudge di tipo emozionale, attraverso la magia, la bellezza e perfezione di una bolla di sapone e un abile coach educatore giovanile non formale, sono stati veicolati messaggi importanti per maggiore autostima, consapevolezza nelle proprie capacità e conseguente voglia di mettersi alla prova. Inoltre, coerentemente con il modello educativo proposto la memoria delle emozioni è una memoria a lungo termine (apprendimento permanente). Ne viene data una dimostrazione prima della pausa pranzo.
Il Progetto SPAIC, quindi, pone lo studente come protagonista del percorso formativo fornendogli la conoscenza del tema, guidandolo verso l’acquisizione della consapevolezza, e stimolandolo a proporre soluzioni innovative, creative ed efficaci circa il tema dello spreco alimentare. Inoltre, l’atteggiamento responsabile verso il cibo è stato proposto come aspetto collegato al rispetto del proprio stile di vita (“No food waste, no al cibo spazzatura”). Diamo in questo modo continuità al precedente progetto INAIL che riguardava il tema dell’epigenetica e corretti stili di vita (sempre in collaborazione con Min Sal DGISAN). Tutti i prodotti del progetto inoltre si trovano al momento sul sito www.innsite.it, gestito da un ex studente di una scuola del suddetto progetto.
Quindi, dallo specifico argomento dello spreco alimentare il progetto ha mirato a sensibilizzare gli studenti, rendendoli consapevoli che possono essere parte attiva del positivo cambiamento come futuri lavoratori responsabili. I ragazzi stessi, con i loro mezzi, con i loro linguaggi e con la loro grande capacità comunicativa hanno realizzato prodotti creativi per diffondere il messaggio sia all’interno delle loro stesse famiglie, sia tra i coetanei, diventando, così, messaggeri di cultura di corretti stili di vita, per la salvaguardia della loro salute e del mondo che li circonda.
Tutto l’evento sarà accompagnato dal mondo dei social, sarà possibile intervenire alla discussione del Convegno attraverso i canali twitter instagram e facebook, i ragazzi delle scuole invitate a partecipare all’evento potranno votare il prodotto realizzato presentato che ritengono più interessante, porre domande ai relatori, rispondere a quesiti utili per i ricercatori nell’indirizzare nuovi progetti.
Il vincitore del contest sui prodotti di comunicazione presentati all’evento diverrà il Testimonial per il nuovo Progetto INAIL, in fase di attuazione, sulla “Sicurezza nel settore Agroalimentare”, dove il tema dello spreco alimentare è rilevante proprio all’inizio della filiera alimentare. Le scuole coinvolte sono le scuole agrarie ITA Sereni, Garibaldi, e Domizia Lucilla, nelle loro diverse peculiarità. Il Presidente della Rete della rete Nazione delle scuole agrarie (ReNIsA) ha dato l’adesione al progetto INAIL per la realizzazione di prodotti di comunicazione efficace nelle scuole romane che possono essere poi esportati a livello Nazionale. Sarà applicato il modello DESCI (Progetto Europeo del CNR) alle attività di progetto da realizzare.
In linea con gli obiettivi dell’evento il pasto offerto durante il Convegno sarà Nutrizionalmente Bilanciato e No Spreco. Gli operatori della ristorazione saranno affiancati da “ragazzi diversamente abili” del Parco Ecotecnologico che ha finalità solidali coerenti con quelle del Banco Alimentare, di cui è stato invitato il Presidente.
La seconda parte della giornata sarà dedicata al Bar Europa, Progetto Comunitario di Michele Gerace, sulla tematica della Bellezza, insita nel Progetto SPAIC che trova così una possibile visione Europea. Il Bar Europa negli anni ha portato la cultura e la bellezza agli studenti e sul territorio attraverso il coinvolgimento di una comunità scientifica, artistica e umanistica che cammina parallelamente al mondo istituzionale dialogando di tematiche emergenti in diversi ambiti cultuali e sociali.
Anche durante queste due ore di conduzione della discussione con autorevoli esperti nel settore dell’istruzione, dell’impresa, dell’innovazione sociale, della ricerca, che potranno rimanere anche seduti in platea con gli studenti per uno scambio di idee alla pari, saranno utilizzati strumenti social per interagire con i giovani con i loro consueti strumenti di comunicazione.
L’evento sarà registrato, trasmesso in streaming, e offrirà l’opportunità di realizzare delle interviste mirate a diventare strumento di diffusione sulla rete del modello innovativo di educazione non formale che il progetto intende rappresentare.

 

Link alle interviste

Questo sito utilizza i cookie tecnici per il proprio corretto funzionamento e cookie di terze parti per l'implementazione di alcune funzionalità esterne (ad es. Google Analytics). Navigando le pagine del sito o cliccando su 'OK' acconsenti all'impiego dei cookie.

Informativa completa